Utilizzando questo sito accetti l’uso di cookie per analisi e contenuti personalizzati. Approfondisci

Piano di sviluppo 2011-2013

Una pur sintetica analisi dello scenario sociale mette in evidenza antiche e nuove vulnerabilità, che sembrano emergere lungo quattro grandi direttrici.

Prendersi cura delle nuove vulnerabilità sociali diviene la traiettoria-guida che orienta l'analisi e le scelte operative dell'Istituto.

 

1. Destinatari e mission

A partire dalla caratteristica essenziale dell’ iBVA - di essere un' Associazione non profit laica che opera a favore di minori e famiglie italiane e straniere - la mission dell'Istituto può venire così identificata nella progettazione e gestione di servizi socio-educativi a sostegno:

-   della formazione e integrazione di persone in difficoltà,

-   della convivenza sociale.

Gli obiettivi del Piano di sviluppo diventano quindi:

-   favorire l'integrazione dei cittadini e delle famiglie immigrate nella vita sociale e civile della città,

-   promuovere esperienze sociali di conoscenza e convivenza solidali,

-   proporre l'iBVA come riferimento per la formazione (a livello territoriale e cittadino).



2. Linee di sviluppo e azioni

Le linee di sviluppo delle attività di iBVA sono orientate al riconoscimento di alcuni diritti fondamentali, che a livello comunitario (Commissione Europea 2010) sono stati identificati come indicatori significativi di processi di integrazione:

si tratta di diritti a

-   salute,

-   formazione,

-   lavoro,

-   casa.

Il piano ipotizza uno sviluppo dell'offerta di aiuto che proceda lungo queste direttrici, secondo ritmi/velocità variabili, a partire dall'esperienza consolidata.

 

Milano, aprile 2011